Lunedì - Venerdì 9-19 | Sabato 9-13
+39 06 49272801 Via Solferino, 28 - 00185 - Roma

Escursioni e cosa vedere a Lanzarote

Lanzarote non è solo mare e relax, ma un insieme di arte, gastronomia e natura da vivere durante la vostra vacanza in questa meravigliosa isola. Vogliamo darvi qualche suggerimento su cosa fare e poter vedere durante il vostro soggiorno a Lanzarote.

CACT Lanzarote

Lanzarote è l’isola ispiratrice di molti artisti, nonché di coloro che vogliono diventarlo. César Manrique è il maestro dell’arte di Lanzarote, tuttavia, negli ultimi decenni, il paesaggio unico dell’isola e l’atmosfera hanno aiutato molte persone a scoprire il proprio talento e la propria creatività e sono molti gli artisti legati all’isola di Lanzarote. Integrati nella natura vulcanica dell’isola, i Centri di Arte, Cultura e Turismo “CATC” di Lanzarote sono i principali luoghi di interesse turistico dell’isola, una visita obbligata per conoscere la vera essenza di Lanzarote. César Manrique li rese unici grazie all’unione di Arte e Natura seguendo un modello di intervento basato sulla sostenibilità.

La Graciosa

Un piccolo angolo di paradiso terrestre, dove l’impronta umana è davvero ridotta, La Graciosa è uno dei pochi luoghi d’Europa privi di strade asfaltate, nonché la meno conosciuta e più tranquilla delle Isole Canarie. Dopo averla ammirata dalla riva del Promontorio di Famara, vi verrà sicuramente voglia di fare un salto in questo isolotto. È raggiungibile solo via mare, dal porto di Órzola in venti minuti sarete a destinazione e i traghetti partono ogni 30 minuti circa. Da tenere a mente che non parliamo di un posto destinato al turismo di massa bensì un’isola talmente selvaggia, che ci si può dimenticare perfino di indossare le scarpe. In quanto all’abbigliamento, il costume da bagno è essenziale, oltre a un maglioncino per la sera. Inoltre, è indispensabile portare della crema solare con fattore di protezione alto e una visiera, poiché non è facile trovare posti all’ombra. Sull’isola le strade sono di sabbia non asfaltata, tant’è che i veicoli a motore sono severamente proibiti e limitati ad una manciata di veicoli autorizzati per scopi speciali. Un modo alternativo e comodo per visitare l’isola è in bicicletta, si trovano diverse agenzie direttamente sul posto per poterne noleggiare una.

Il Parco Timanfaya 

Il Parco Nazionale Timanfaya è sicuramente un passaggio obbligatorio di Lanzarote. Si può visitare sia in pullman che sul dorso di un cammello. In entrambi i casi un’escursione incredibile che vi porta lungo l’area del vulcano e a ridosso delle Montagne del Fuoco: vi sembrerà di essere su Marte, paesaggi impressionanti data la totale assenza di vegetazione e i colori rossastri e nero carbone dei crateri vulcanici a farla da padrone, vi faranno viere un’esperienza unica e straordinaria.

Lago Verde

Questo lago è un tripudio di colori per cui vale assolutamente una passeggiata o una visita. Se arrivate con l’auto, vi consigliamo di non andarci prima delle 10,30 di mattina, in quanto l'ombra della montagna potrebbe impedire al sole di illuminare il lago verde. C’è un grande piazzale dove poter parcheggiare e da cui parte un breve sentiero che vi porterà a scoprire questo panorama pazzesco. Più o meno cinque minuti di camminata fino al belvedere finché improvvisamente ci si ritrova davanti al famoso laghetto dai mille colori.

La strada dei vini

Lo spettacolo dei vigneti sull’isola di Lanzarote è unico al mondo: la maniera di coltivare la vite conserva le antichissime caratteristiche di un procedimento che rende possibile la nascita in una terra arida e bruciata, dove le viti sono piantate in grandi fosse scavate nella terra vulcanica e protette dal vento da muri in pietra lavica. La maggior parte delle varietà coltivate è a bacca bianca e tra queste spicca la Malvasia volcánica dalla quale si ottengono etichette di ottima qualità, equilibrate e dagli ampi profumi. Accanto alla Malvasia Volcánica spicca anche il Moscatel, così come alcuni vitigni a bacca rossa, tra cui il Listán negro, diffuso in tutto l’arcipelago. Indipendentemente dal vostro interesse per il vino, un viaggio a Lanzarote deve includere una visita alla straordinaria zona de La Geria, un piacere per la vista oltre che per il gusto! La Geria si trova al centro dell’isola, quindi comoda da raggiungere da ogni parte dell’isola. La strada dei vini si snoda su un percorso lineare di circa 18km, che può idealmente partire dal villaggio di Uga e terminare nei pressi di San Bartolomé. Vi sarà sufficiente imboccare la LZ-30, una delle principali arterie stradali, e il gioco è fatto. Il percorso è semplice ma sarà meglio prepararsi una lista di cantine da visitare e di prenotare con un minimo di anticipo se si vuole partecipare alle visite guidate.